Altre Notizie Articoli Scienze e Tecnologia

TERREMOTO DI MAGNITUDO 7.1 IN CALIFORNIA: “THE BIG ONE”: OGNI GIORNO PIÙ VICINO

earthquake terremoto grieta crack crepa

TERREMOTO DI MAGNITUDO 7.1 IN CALIFORNIA: “THE BIG ONE”: OGNI GIORNO PIÙ VICINO

Venerdì scorso, 5 luglio 2019, 20:19 ora locale, l’USGS Geological Survey ha registrato un secondo terremoto di magnitudo 7,1 ad una profondità superficiale di 0,9 km a nord-est della città di Los Angeles, a sud dalla California.

Un precedente terremoto di magnitudo 6,4 gradi e con l’epicentro a 11 km di profondità nella stessa area della valle di Searles è stato avvertito il giorno precedente coincidente con le celebrazioni del giorno dell’indipendenza negli Stati Uniti, per questo già chiamato “il terremoto del 4 luglio. “

Il sisma è stato percepito intensamente a Las Vegas, in Nevada, così come nella città messicana di Tijuana, al confine con gli Stati Uniti.

Sono stati considerati i due movimenti sismici più potenti degli ultimi due decenni che hanno colpito lo stato della California.

Non hanno causato vittime umane, ma alcune lievi ferite e danni materiali. Gli esperti temono nei prossimi giorni possibili repliche di maggiore o minore intensità come le centinaia rilevate nelle ultime ore.

Sebbene l’epicentro del terremoto sia stato rilevato in un’area rurale e desertica non frequentata, la vicina città di Ridgecrest, dove vivono 29.000 persone e situata a 250 chilometri a nord di Los Angeles, ha ricevuto il maggior danno; alcune cadute di pietre sulle strade, interruzione della fornitura di energia elettrica, perdite di acqua e gas, incendi in alcuni edifici e difficoltà nel settore delle telecomunicazioni e dei trasporti.

https://twitter.com/Rex_Emerson/status/1147145288311640064

Siamo spiacenti che si siano verificati danni, ma non sappiamo ancora fino a che punto “, ha detto David Witt, capo dei vigili del fuoco della contea di Dern, in una conferenza stampa di sabato scorso. Successivamente ha aggiunto che circa 1.800 persone hanno esaurito l’energia elettrica nella zona e che solo alcune di loro hanno subito lievi ferite minori come tagli o lividi.

Nessuno è rimasto intrappolato, non ci sono grandi frane a noi conosciute. Ma stiamo cercando “, ha aggiunto.

https://twitter.com/Rex_Emerson/status/1146886646651953152

Il sindaco di Ridgecrest Peggy Breeden ha affermato all’agenzia di stampa Reuters: “Abbiamo incendi, abbiamo fughe di gas, abbiamo feriti, abbiamo persone senza elettricità. Stiamo sistemando tutto questo il meglio che possiamo.

Il tremore è stato avvertito da milioni di persone da Los Angeles, Las Vegas a Tijuana.

A Los Angeles, il dipartimento dei vigili del fuoco ha riferito che non ci sono stati morti o feriti, solo interruzioni nella fornitura di energia elettrica e alcune linee elettriche abbattute, nessun danno significativo alle infrastrutture.

Sull’Hollywood Boulevard di Los Angeles il terremoto è stato sentito intensamente, i semafori e le auto hanno cominciato a muoversi per 10-15 secondi. Dopo il sisma, il traffico ha continuato normalmente, secondo alcuni testimoni.

A Las Vegas alcune partite di pallacanestro della NBA Summer League sono state cancellate, tuttavia la partita di baseball tra Los Angeles Dodgers e San Diego Padres, iniziata durante il terremoto non è stato interrotta, anche l’organista Dieter Ruehle, responsabile per la musica al Dodger Stadium, ha improvvisato la canzone “I Feel the Earth Move” subito dopo il terremoto.

Il governatore della California, Gavin Newsom, in una dichiarazione ha chiesto al presidente Donald Trump di dichiarare nell’area uno stato di emergenza in modo che gli aiuti federali potessero raggiungere le aree colpite in modo più efficace e rapido.

https://twitter.com/Rex_Emerson/status/1147365868986220544

Secondo gli esperti, non si escludono possibili repliche di uguale o maggiore entità a questi precedenti del 4 e 5 luglio.

Lucy Jones, una esperta sismologa del California Institute of Technology, ha dichiarato che i due terremoti fanno parte della stessa sequenza di Searles Valley. Ha aggiunto che la probabilità di una replica sia più intensa rispetto al terremoto precedente è di 1 su 20 e che il fatto che ci sia stato un grande terremoto non riduce la possibilità di una grandezza uguale o maggiore.

«La M6.4 era un foreshock. Questo era un M7.1 con la stessa faglia della sequenza di Searles Valley. Questo fa parte della stessa sequenza “, ha dichiarato Lucy Jones del California Institute of Technology, Caltech, autorità e esperta di sismologia.

Sì, stimiamo che ci sia da 1 a 10 possibilità che Searles Valley veda un altro M7. Questa è una probabilità da 9 a 10 che la M7.1 di stasera sia stata la più grande. “

Questi ultimi due terremoti sono stati i più potenti registrati negli ultimi 20 anni nello Stato della California.

Sebbene l’epicentro non si sia verificato nella faglia di San Andreas, la paura e l’inquietudine che sta causando questa rinnovata attività sismica nell’area sono evidenti e molto preoccupanti.

Ancor di più quando gli esperti e le autorità ammoniscono da tempo delle possibili conseguenze devastanti del cosiddetto “The Big One“, l’ipotetico terremoto distruttivo che avrà origine nella faglia di San Andreas.

Il terremoto più tragico e più recente si è verificato a Northridge nel 1994, un terremoto di magnitudo 6,7 con un epicentro nella San Fernando Valley, vicino all’area metropolitana di Los Angeles che ha causato 57 morti, migliaia di feriti e ingenti danni materiali alle autostrade e agli edifici, quindi è comprensibile la preoccupazione che ha causato questa recente attivazione sismica nell’area.

Fortunatamente, questi terremoti nella Searles Valley hanno localizzato il loro epicentro nelle zone del Mojave deserte spopolate a nord-est di Los Angeles, lontano dalle aree urbane.

IL TEMUTO E OGNI VOLTA PIÙ VICINO “BIG ONE”

Il Grande” come è noto, è un mega-terremoto che secondo gli esperti si verificherà nei prossimi anni nella faglia di San Andreas. Con una magnitudo maggiore di 8 e durata tra 3 e 5 minuti, si prevede che sia impressionante e catastrofico.

Le conseguenze saranno devastanti causando uno tsunami ininterrotto per almeno 12 ore e con un volume d’acqua due volte maggiore di quello che ha colpito il Cile nel 2010.

Secondo le previsioni, Palm Springs sarà la città in cui si troverà l’epicentro. Il mega-terremoto interesserà l’intero stato della California, essendo la città di Los Angeles una delle più colpite.

La tettonica a placche causa un movimento continuo della massa terrestre provocando la deriva dei continenti, che a sua volta causa la collisione tra le placche.

Gli urti, gli attriti e le giunture tra i bordi delle piastre producono faglie o crepe come quella di San Andreas e nelle faglie attive come è il caso, il terreno circostante si muove producendo terremoti come quelli degli ultimi 4 e 5 di luglio e le loro scosse di assestamento.

TERREMOTO DI MAGNITUDO 7.1 IN CALIFORNIA: "THE BIG ONE": OGNI GIORNO PIÙ VICINO

In questo caso, mentre le aree che circondano la Faglia di San Andreas, come Los Angeles, San Diego e Santa Bárbara, si spostano lentamente verso nord e altre aree come Sacramento, San Andreas e il deserto del Mojave si spostano verso sud, l’area che contiene la faglia di San Andreas di circa 800 miglia da Monterey al Messico è bloccata senza possibilità di movimento accumulando una grande tensione che prima o poi genererà un movimento sismico di grande ampiezza.

Si presuppone quindi che inevitabilmente il giorno del The Big One la faglia di San Andreas dovrà rompersi, spaccarsi e separarsi per liberare la tensione sismica accumulata al suo interno.

TERREMOTO DI MAGNITUDO 7.1 IN CALIFORNIA: "THE BIG ONE": OGNI GIORNO PIÙ VICINO

Il mega-terremoto della faglia di San Andreas è molto temuto perché i suoi effetti saranno immediati, improvvisi e sopratutto devastanti. Le crepe che si apriranno possono raggiungere diversi metri. Basti ricordare il terremoto di magnitudo 7.8 del 1906 che devastò San Francisco; nella contea di Marin, nella città di Point Reyes, la terra fu separata dal San Andreas fino a 18 piedi.

Secondo gli esperti, i grandi terremoti come quelli del 4 e 5 luglio non alleviano lo stress sismico accumulato nella faglia di San Andreas o ritardano l’inevitabile The Big One Day. Al contrario, un terremoto ad alta intensità aumenta il rischio di terremoti futuri poco tempo dopo e le cosiddette “repliche”, che sono sequenze di terremoti legate l’una all’altra.

Infatti, dopo i due grandi terremoti che si sono verificati di recente, centinaia di scosse di assestamento si sono seguiti nell’area che circonda l’epicentro nel deserto del Mojave, vicino alla città di Ridgecrest.

Non si può prevedere in quale area esatta del faglia avrà origine The Big One e quale intensità avrà, anche se si stima che possa raggiungere l’8,2, ma inevitabilmente accadrà e avrà conseguenze catastrofiche.

Foto di prima pagina: https://twitter.com/Rex_Emerson/status/1146862954148585473

TI È INTERESSATO QUESTO ARGOMENTO? VUOI CONDIVIDERE CON NOI LA TUO OPINIONE, ESPERIENZA O QUALCHE CONSIGLIO? LASCIA IL TUO COMMENTO QUI SOTTO!


TERREMOTO DI MAGNITUDO 7.1 IN CALIFORNIA: “THE BIG ONE”: OGNI GIORNO PIÙ VICINO TERREMOTO DI MAGNITUDO 7.1 IN CALIFORNIA: “THE BIG ONE”: OGNI GIORNO PIÙ VICINO

Sei interessato a patrocinarci?

Il tuo supporto ci incoraggia molto, grazie per la tua collaborazione e per il tuo interesse.

Curiosities

Top 10

Sei interessato a patrocinarci?

Il tuo supporto ci incoraggia molto, grazie per la tua collaborazione e per il tuo interesse.